Rassegna Circo a Teatro 2019/20

Logo Circo a teatro70-x-100--rassegna-2019WEB

L’Associazione Jaqulè è lieta di invitarvi alla prima rassegna “CIRCO A TEATRO” 2019/2020 presso il Teatro Bossatis di Volvera in via Ponsati 69 . Il “Circo a teatro” è un progetto nato dalla volontà dell’associazione Jaqulè di promuovere il circo contemporaneo nelle sue molteplici forme. Sempre più spesso gli spettacoli circensi escono dai tendoni per animare piazze, semafori e palcoscenici di teatri. Le tecniche e gli spazi si contaminano a vicenda.
La rassegna propone al pubblico 7 spettacoli di circo contemporaneo che rappresentano questa  tendenza espressiva.Quest’anno il cartellone si articola in tre Focus differenti:
Focus Giovani: 2 appuntamenti dedicati alle scuole di circo che presentano le loro creazioni;
Focus Circo contemporaneo: 3 spettacoli di compagnie professioniste, per una panoramica sul circo contemporaneo;
Focus Gender: 2 spettacoli per divertirsi e riflettere sulla complessità dei generi umani.

Gli spettacoli sono rivolti ad un pubblico di tutte le età, adatti alle famiglie ed agli appassionati di circo.
Venite a farvi rapire dalla magia del “Circo a Teatro”!

Per informazioni e prenotazioni: teatrobossatis@gmail.com / 339 1370154

 

 

 


16  febbraio 2020 ore 16.30

Va’ Pian e Fa’ PrestoViso_Rachel-33

Cordata F.O.R.

Due corpi diversi in due mondi diversissimi: dove li porterà la reciproca curiosità?
Cinque scene di diversa durata esplorano la relazione tra due persone, lasciando spazio alla fantasia dello spettatore nel comporre la storia. Tramite la giocoleria, il mano a mano e la corda aerea i due raccontano il susseguirsi di innumerevoli azioni e reazioni.
Va’ pian e fa’ presto” esplora la composizione, gli spazi e i ritmi circensi attraverso il rapporto fra due persone.
“Due persone in scena. Maschio e femmina, lento e veloce, alto e basso, forte e agile.
Nella ricerca di un equilibrio, si scatenano una serie di azioni e reazioni attraverso i rispettivi oggetti.”
Lo spettacolo è composto da cinque scene di diversa durata, scandite da blackout e giochi di luce. Ogni scena può essere letta come una microstoria ma il loro susseguirsi sviluppa un crescendo drammaturgico, sostenuto dalla relazione tra i due corpi.
La struttura di Va pian e fa’ presto ricorda i capitoli di un libro o le vignette di un fumetto e questo ha spinto  Viso&Rachel a compiere una ricerca su questo linguaggio artistico e trovando elementi di dialogo con il loro lavoro, oltre che una fonte di ispirazione.
Gianni Rodari sosteneva che il fumetto richiede un intervento attivo da parte del bambino: ricostruire lo svolgimento della trama e riempire i buchi narrativi tra una vignetta e l’altra, immaginando l’azione che le collega.

Crediti:

Regia, creazione e Interpretazione: Davide Visintini e Giulia Racca
Collaborazione alla scrittura drammaturgica: Johnny Torres, Riccardo Massidda
Video: Bartolomeo Eugenio Rossi
Responsabile tecnico: Luca Carbone
Produzione: Fabbrica C – Cordata F.O.R.
Co-Produzione: La Central del Circ – Circo all’inCirca
Sostegni: Microfestival – Terminal invernale – Teatro Aurisina Ass. culturale Ottagono, Ass. 4×4, Associazione Fuma che ‘Nduma

Spettacolo realizzato con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali.


6 gennaio 2020 ore 16.30

JennyWEBWaiting for the Miss

Miss Jenny Pavone

Spettacolo comico di aspettative acrobatiche e arie clownesche

Squillino le trombe, rullino i tamburi: entra in scena lei, la più grande trapezista del mondo: la fantasmagorica Jenny Pavone!!! Tutto è pronto, il palco è in ordine, il pubblico è caldo ma la supervip ancora non si vede…dove sarà finita? Tra battipanni e radio rotte, spolverini e scarpe col tacco, imprevisti, intoppi e acrobazie l’amabile signora Gina tenterà di intrattenere l’orda di fans di Jenny Pavone fino al suo arrivo: ce la farà? Spettacolo di acropazzie in aria con tessuti e trapezio, playback bizzarri a terra e panini imbottiti, piume di struzzo e foglie d’insalata. Uno show dove leggiadria e goffaggine, circo e clownerie si mischiano in un’esperienza unica  creando un cocktail esilarante!

 

Crediti:

Di e con: Cristina Geninazzi

 


8 dicembre ore 16.30

73069029_120216709387349_2859858859428675584_oGranelli

Cordata F.O.R.

Fiaba di circo contemporaneo per bambini

GRANELLI è la storia di Martino, un bambino che scava nel suo immaginario e porta alla luce un castello di sabbia meraviglioso… il più grande che sia mai esistito!Il protagonista impara ad affrontare le sue paure e mette alla prova le sue capacità, costruendo la sua personalità come un castello di sabbia che lui stesso forgia istante dopo istante. A stretto contatto con la natura della sabbia e la vitalità del mare Martino ha anche a che fare con la plastica e l’inquinamento degli oceani.

Lo spettacolo ci aiuta a riflettere sulle nostre possibilità, ricordandoci che ognuno di noi è importante ed unico come un granello di sabbia.

Crediti:

produzione:  Cordata F.O.R.s

crittura, drammaturgia e regia:  Alice Gaia Roma

co-creatori ed interpreti:  Giulio Lanzafame e Damiano Fumagalli

musiche originali: Francesca Musniki

scenografie:    Elisabetta Maniga

struttura:  Andrea Avoledo

 


26 ottobre 2019 ore 16.30

Manutenzioni del precariato  Squilibria

Squilibria Circo

Manutenzioni del Precariato, ovvero Riflessioni circoEccentriche su prospettive indeterminate.

Uno spettacolo in evoluzione che continua a crescere e migliorare.
In scena 9 giovani che si interrogano, in modo ironico e utilizzando il linguaggio circense, sulle prospettive lavorative (e non) che il futuro gli potrebbe riservare.
Si, perché i giovani riflettono..a volte anche troppo!
E “Si rispecchiano” in questa società fatta di contraddizioni e non sensi, cercando di districarsi tra le infinite possibilità che la vita offre.
Uno spettacolo nato da un percorso di scambio e confronto tra le ragazze e i ragazzi in scena, su tematiche attuali che ci portiamo dietro da millenni, quali lo sfruttamento, la dignità, la democrazia…

Produzione:
Compagnia Circo Squilibria

Regia: Francesca Casaccia

 


2 novembre 2019 h. 21.00

B/N 

Chi sono io…e come esisto nei tuoi occhi?                                                                                                        

Compagnia MAYBE CIRCUSMaybe-CircusWEB

In una foresta di bambù l’umanità si muove nell’oscurità e nella rassicurante assenza di differenze,ma cose succede quando la visione porta alla luce i contrasti? Il bianco il nero, come archetipi della differenza guidano lo spettatore in un viaggio attraverso l’incontro, il confronto e lo scontro delle dualità, in un caleidoscopio di possibilità e dinamiche. I corpi, come matrici primarie del contatto e del linguaggio, si raccontano attraverso il movimento, come codice comunicativo e luogo della relazione. La differenza diviene occasione e luogo e tempo per scoprire se stessi e per la creazione dell’identità.

Lo spettacolo nasce all’interno del progetto PADOVESI e MILAVANI riguardante l’attivazione di momenti di creazione condivisi tra ragazzi e ragazze di diverse provenienze geografiche (Padova e Milano), creato e promosso da Maybe Cuircus -Trillino Selvaggio ed Equilibrio Instabile-C3|Spazio Creativo. L’anima e l’obiettivo generale del progetto attingono a due grossi ambiti educativi che contraddistinguono la visione comune del fare e vivere il circo delle due realtà, quello dell’utilizzo delle arti come strumento educativo e quello artistico della creazione e messa in scena. I ragazzi, di età compresa tra i 10 e i 20 anni, hanno condiviso momenti di residenza artistica dove, tramite l’utilizzo di diverse pratiche artistiche quali la narrazione, le arti plastiche e le arti performative, hanno pensato e realizzato lo spettacolo a partire dalla scelta e dalla strutturazione della tematica fino alla realizzazione della performance

 

Produzione:

In scena: Adele Griggio, Anita Casati, Cecilia Cecchinato, Emma Foggetti, Ettore Casati, Filippo Bellabona, Flavia Ubaldi, Lisa Gallato, Maya Palmigiani, Mauro Galbiati, Nicola Foggetti, Sofia Tortoreto, Teresa Valbonesi,

Regia: Giuditta Pino e Rosa Mantovani

Costumi e Scenografie: Ettore Casati

Danza e coreografie: Fabio Satriano

Musiche: Luca Cozzi

Prodotto da: Trillino Selvaggio, C3|SpazioCreativo e le famiglie dei ragazzi.